Blog: http://meaninglessness.ilcannocchiale.it

Desiderio anteriore



Un rimasuglio di autunno è scivolato dal cielo portandosi dietro un grigiore londinese che uniforma tutto quel che incontra.
Il vento, osservato da dietro i vetri, muove le poche foglie che si intravedono da questa postazione di solitudine esterna - oggi è martedì e adesso è mattina - ma non ha temperatura. Potrebbe essere scirocco o maestrale, non lo saprei; e, probabilmente, non costituirebbe rimpianto.
Dai terrazzi riprende a piovere terra vulcanica: dicono che sia troppo spessa per poter realmente attraversare le vie respiratorie, eppure a me pare di non fare altro che respirare nero. Sono certo che, se qualcuno facesse un giro per i miei polmoni, si perderebbe nel buio rimanendo imprigionato in un respiro trattenuto.
No, non fumo.

Ma chi mi assicura che questa parentesi novembrina sia un flashback e non un'anteprima di ciò che sarà? Del prossimo autunno ugualmente bello - in linea teorica, estetica, immaginifica - ma diverso? Non so.
Ho la sensazione di non aver mai pensato al futuro tanto quanto nell'ultimo anno, ma è come se lo avessi fatto senza utilizzare i tempi verbali appropriati. Errori di missaggio tra il pensare e il sentire, sbavature e inversioni di rotta.
Una cosa, però è certa: la giornata che volge verso la sua metà non ha nulla a che vedere con l'autunno. E' soltanto aprile. 

Pubblicato il 3/4/2012 alle 10.45 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web